Camorra. Fico: «Dobbiamo prendere i figli dei camorristi e spezzare la catena della manovalanza»


«Vengo da Napoli conosco bene la situazione dei clan. Noi dobbiamo esserci con una presenza forte e culturale nei territori dove la criminalità organizzata arruola i giovani come manovalanza».

Questo l'invito che il presidente della Camera, Roberto Fico, ha lanciato oggi a tutti i presenti all'evento organizzato in occasione del 27esimo anniversario della strage di Capaci, nella quale persero la vita il giudice Falcone, sua moglie e tre degli agenti della sua scorta.

Durante la cerimonia, tenutasi nell'aula bunker del carcere "Ucciardone" di Palermo, facendo riferimento alla Camorra e al tema della manovalanza giovanile ha detto che: «Dobbiamo andarci a prendere i figli dei camorristi e spezzare quella catena».

All'evento non erano presenti né il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, né il governatore siciliano, Nello Musumeci, né il presidente della commissione antimafia della Sicilia Claudio Fava secondo il quale «hanno trasformato il ricordo del magistrato nel festino di Santa Rosalia».