Elezioni europee. Zingaretti: «La lista unitaria è un'alternativa al presente»


«Sarà lunga e difficile, non faremo riedizioni di cose passate ma guardando al fallimento di queste ore del governo c'è un'immensa esigenza di ricomporre una rappresentanza politica di tanti che non si sentono parte di questa cultura. La lista unitaria è il primo atto per la ricostruzione di un'alternativa al presente»

Queste le dichiarazioni del leader del Pd, Nicola Zingaretti, che, durante il forum dell'ANSA ha fatto riferimento all'ultimo Consiglio dei Ministri, affermando che li: «Hanno discusso due provvedimenti come figurine Panini, siamo alla paralisi, l'unica cosa che fanno è il compromesso sulle nomine che devono fare. Intanto Tria conferma che i conti pubblici sono fuori controlli o salirà l'Iva o ci saranno tagli ai servizi, non c'è alcuno spazio per lo sviluppo e la crescita. Questo è un costo non per il Pd ma per l'Italia».

In vista delle prossime elezioni europee, Zingaretti ha ribadito che lui ha «sempre la stessa posizione: per me un avviso di garanzia non è una condanna e ho sempre voluto chiedere a chi è coinvolto un'assunzione di responsabilità».

«L'Europa a cui io penso è una comunità unita che finalmente affronta insieme tutti i temi, dall'immigrazione alla battaglia ai paradisi fiscali anche europei, e mette in campo un gigante mondiale per difendere i cittadini europei. Nessun Paese europeo ce la fa da solo, sarebbe da stupidi e in futuro io spero nell'elezione diretta del presidente degli Stati Uniti d'Europa. Dobbiamo andare avanti e rendere i cittadini uniti e più forti per competere con i cinesi e i russi» ha continato poi Zingaretti.