Europee. Di Maio agli italiani: «Votate contro questa nuova tangentopoli»


Il capo politico del M5S e ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, in occasione del forum dell'ANSA, in vista delle europee, ha espresso il suo punto di vista su vari argomenti, a partire dalla Lega e dal decreto sicurezza.

 «La Lega sta chiedendo i voti domenica per le europee o per aprire una crisi di governo?», ha affermato il ministro. «Sul decreto sicurezza ci sono dubbi del Quirinale, penso che con le interlocuzioni si possano risolvere i dubbi e andare avanti. Dopo che la Lega ha aperto lo scontro con il Papa, con il segretario della Cei, adesso ci manca solo lo scontro con il presidente della Repubblica e abbiamo fatto la collezione», ha poi aggiunto.

E in merito il ministro dell'Economia, Giovanni Tria?

«Non ho intenzione di attaccare o rispondere, ma il decreto famiglia è una priorità politica, i soldi ci sono, l'Inps ci dice che un miliardo quest'anno lo riusciamo a recuperare», ha detto Di Maio. «Per me quando si decide dove destinare i soldi è la politica che lo decide non i tecnici, fermo restando che ho sempre apprezzato il ruolo da cane da guardia dei conti», riferendosi sempre a Tria.

Di Maio parla poi del M5s: «Nel voto di domenica chiedo grande fiducia al M5s per continuare ad andare avanti e questo significa andare avanti con questo governo, e chiedo di andare in Europa ancora più forti, per portare quello che abbiamo già fatto».

«Chiedo agli italiani fiducia in un Movimento che, se non ci fosse, avremmo persone come Cosentino o sottosegretari indagati per corruzione. Io sono deluso da tutte le forze politiche sul comportamento rispetto alla corruzione. La Lega non si può comportare come il peggiore Pd in questi anni. Agli italiani dico: 'Votate contro questa nuova tangentopoli'», conclude.