Gorverno. Bersani: «È un autobus con due volanti e due piloti»


Secondo Pier Luigi Bersani: «Il governo è un autobus con due volanti e due piloti, finché la strada è dritta va avanti, alla prima curva finisce fuori strada».

Lo ha dichiarato durante un colloquio con "La Stampa", nel quale ha detto che nonostante questo i due vicepremier «faranno di tutto per restare» visto che «Di Maio è attaccato alla sedia come una cozza, Salvini ha paura di tornare con Berlusconi».

L'ex segretario nazionale del Pd ha continuato dicendo che: «Rischiano di ingessare ancora di più la situazione» e che, secondo lui «prima di votare serve un chiarimento nel M5s, si deve mettere in moto almeno un'ipotesi di alternativa».

Concludendo, Bersani ha evidenziato che «a sinistra bisogna mettersi d'accordo: l'avversario è questa destra, e per creare l'alternativa bisogna discutere anche con il M5s» e spera che alle Europee «la lista vada bene, e il giorno dopo siamo pronti a rilanciare: c'è un campo vasto, ben oltre il Pd, sopra il 30%, che va organizzato, e noi lo vogliamo fare: in primo luogo tiriamo una riga sugli anni che abbiamo alle spalle, coi torti e le ragioni ci facciamo la birra. Per me serve un nuovo soggetto di sinistra che superi le attuali sigle, compreso il Pd. Ma mi accontento anche di una coalizione».