Nigeriano stacca falange a un poliziotto con un morso: applicato Decreto Sicurezza


Un nigeriano di 23 anni ha aggredito un poliziotto mordendogli un dito e staccandogli la prima falange dell'anulare: è quanto accaduto stamani a Torino, dove il giovane era stato arrestato dagli agenti e portato in questura per essere identificato.

Dal Viminale, dove il ministro dell'Interno Matteo Salvini sta seguendo il caso, comunicano che il nigeriano «potrà essere espulso grazie al Decreto Sicurezza, che consente di allontanare i richiedenti asilo che delinquono e che non hanno diritto alla protezione».

Questa è stata la replica di Salvini: «Nessuna tolleranza per i delinquenti, sono felice che il Decreto sicurezza funzioni. Ora è urgente intervenire col Decreto Sicurezza Bis per garantire più poteri e protezioni alle Forze dell’Ordine e contrastare gli scafisti».

Il 23enne verrà è in stato d'arresto e verrà convocato dalla commissione territoriale per l'esame accelerato della sua richiesta di asilo.

Il poliziotto, dal canto suo, è stato trasportato all'ospedale Cto, dove verrà sottoposto a un intervento dell’équipe di chirurgia della mano del dottor Bruno Battiston, che gli praticherà un innesto con una prognosi di 15 giorni.