Campania. De Luca: «Un grande Paese non si governa coi tweet ma con piani industriali veri»


Il governatore Vincenzo De Luca ha preso parte al Forum all'ANSA, coordinato dal direttore Luigi Contu, durante il quale ha esposto i principali risultati raggiunti in Campania, dove, come ha dichiarato lui stesso: «L'incremento di Pil che abbiamo avuto nel 2017 che è stato il doppio della Lombardia, abbiamo dati interessanti che riguardano le start up, le giovani imprese e l'agricoltura».

De Luca ha iniziato il suo intervento trattando il tema delle Universiadi e dichiarando che: «È stata vinta una grande scommessa, quasi al limite della follia. Siamo intervenuti tre anni fa su sollecitazione della Fisu. Bisognava trovare i finanziamenti e lo abbiamo fatto senza avere, a differenza di altri eventi, sponsor privati o una pluralità di finanziatori». 

Il governatore campano ha proseguito ammettendo che: «Si è andati avanti dopo alcuni balbettamenti legati a scelte sbagliate fatte dal governo in relazione al precedente commissario. Con orgoglio abbiamo compiuto un miracolo» e aggiungendo che: «Non registriamo gli interventi che sarebbero necessari per dare ossigeno e respiro all'economia del nostro Paese. Continuano interventi di pura spesa, non abbiamo un programma di investimenti, quello che serve all'Italia», dove per lui «rimane in piedi la palude burocratica che paralizza questo Paese» e dove «abbiamo un tasso di occupazione che è su media nazionale del 58 per cento e un peso del debito che brucia miliardi di euro che potrebbero essere destinati agli investimenti».

Continuando De Luca ha precisato che: «Il clima politico generale non suscita entusiasmo negli investitori e l'immagine che si trasmette è deprimente. Un grande Paese non si governa coi tweet ma con piani industriali veri. Se dalla mattina alla sera il 90 per cento del tempo è dedicato a fare tweet, o a perdere tempo in pippe, è tutto molto difficile».

Quello che secondo il governatore occorre è: «creare un clima di collaborazione contro la camorra, un quadro di istituzioni che non si piegano e si fanno ricamorra. Se verrà un'iniziativa ancora più decisa di forze dell'ordine e supporto organizzativo noi saremo grati e ne prenderemo atto con soddisfazione».