Csm. Mattarella: «Un quadro sconcertante e inaccettabile»


Il capo dello Stato, Sergio Mattarella, si è espresso al plenum del Csm circa i risvolti dell'inchiesta di Perugia sulle nomine ai vertici degli uffici.

Il presidente ha parlato in occasione dell'insediamento dei due nuovi consiglieri Giuseppe Marra e Ilaria Pepe, subentranti ai due Gianluigi Morlini e Corrado Cartoni, che si sono dimessi perché i loro nomi figurano nell'inchiesta; e ha detto che: «Non basta che esca qualcuno ed entrino altri; ma va riformato tutto».

Mattarella ha continuato dichiarando che: «Oggi si volta pagina, perché quel che è emerso, da un’inchiesta in corso, ha disvelato un quadro sconcertante e inaccettabile».

A tal proposito il capo dello Stato ha aggiunto: «Quanto avvenuto ha prodotto conseguenze gravemente negative per il prestigio e per l’autorevolezza non soltanto di questo Consiglio ma anche il prestigio e l’autorevolezza dell’intero Ordine Giudiziario; la cui credibilità e la cui capacità di riscuotere fiducia sono indispensabili al sistema costituzionale e alla vita della Repubblica».