Decreto Crescita, slitta l'approdo in Senato: Andrea Marcucci si oppone


Era previsto per oggi pomeriggio l'arrivo in Senato del Decreto Legge Crescita, invece è stato rimandato tutto a domani pomeriggio, così come stabilito nel corso di una conferenza dei capigruppo.

Il decreto ha scadenza sabato 29 giugno.

A questa decisione dei capogruppo, si oppone però il presidente dei senatori del Pd Andrea Marcucci che commenta così: «Sul dl Crescita dopo aver perso settimane per fare la campagna elettorale e per fare i battibecchi alla Camera oggi vogliono di nuovo impedire alle commissioni di affrontare i temi e di approfondire le modifiche che sono state apportate».

E sottolinea: «Hanno chiesto di andare in Aula domani pomeriggio, quindi la discussione di mille emendamenti deve essere racchiusa tra stasera e domani in giornata. E' inaccettabile e voteremo contro. Chiediamo di lavorare domani tutto il giorno fino a tarda notte sugli emendamenti e poi approdare in Aula».