David Sassoli è il nuovo presidente del Parlamento Ue


È l'europarlamentare del Pd, David Sassoli, il nuovo presidente del Parlamento Ue, che ha vinto con il 345 dei voti alla seconda votazione. L'unico partito ad averlo votato è stato il Pd.

«Tutti voi capirete la mia emozione in questo momento nell'assumere la presidenza del Parlamento Ue. Ringrazio il presidente Tajani per il lavoro che ha svolto, per il suo grande impegno e la sua dedizione a questa istituzione», sono le prime parole del neo presidente rivolte al Parlamento Ue subito dopo la sua elezione. 

«Non siamo un incidente della Storia, ma i figli e i nipoti di coloro che sono riusciti a trovare l'antidoto a quella degenerazione nazionalista che ha avvelenato la nostra storia. Se siamo europei - ha continuato Sassoli - è anche perché siamo innamorati dei nostri Paesi. Ma il nazionalismo che diventa ideologia e idolatria produce virus che stimolano istinti di superiorità e producono conflitti distruttivi». 

«All'Europa serve recuperare lo spirito dei padri fondatori, coniugare crescita, protezione sociale e rispetto dell'ambiente e a rilanciare gli investimenti sostenibili», ha aggiunto. 

Infine ha concluso sostenendo la sua volontà di incrementare la parità di genere favorendo un maggior ruolo delle donne ai vertici dell'economia, della politica e del sociale.

Grande entusiasmo è stato espresso dal segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti sulla sua pagina Twitter in cui ha scritto: «Vittoria! David Sassoli presidente del Parlamento Europeo. Un Italiano del Pd tra le massime figure delle istituzioni europee. Il Governo Italiano ha fatto danni e ci ha isolato. Il Pd c'è e conta, al servizio delle Istituzioni e del nostro Paese».