Di Maio sulle nomine ai vertici europei: «Non mi fa impazzire che Germania e Francia l’abbiano vinta»


«Innanzitutto volevo fare le mie congratulazioni al presidente del Consiglio Giuseppe Conte per il lavoro svolto ai tavoli europei. È stata evitata una procedura di infrazione che sarebbe potuta ricadere sul Paese, per colpa del Pd. L’Italia non la meritava e l’annuncio di oggi rende giustizia all'Italia e a questo governo».

Sono le parole che il vicepremier Luigi Di Maio scrive in un suo post su Facebook. Poi in merito alle nomine ai vertici europei di Merkel e Macron ha sottolineato come non lo faccia «impazzire che Germania e Francia l’abbiano vinta ancora una volta» e «spera che non diventino due regine dell’austerity».

«Ma per il commissario alla concorrenza passeranno tutti i dossier europei più importanti su cui l’Italia potrà quindi orientare le scelte della Commissione. Una partita fondamentale sarà anche quella dei funzionari apicali su cui credo l’Italia possa vantare un grande credito», aggiunge Di Maio.

E conclude evidenziando che: «Se qualcuno pensa di farci chinare la testa nominando la Lagarde alla Bce, prende un abbaglio. Noi andiamo avanti per la nostra strada».