Nuoto. Manuel Bortuzzo chiede giustizia per il suo caso

 (foto: ANSA)

L’accusa ha chiesto al tribunale di Roma di condannare a 20 anni di carcere due uomini, accusati di aver sparato e paralizzato il promettente nuotatore veneto Manuel Bortuzzo lo scorso febbraio.


Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano sono accusati del tentato omicidio di Bortuzzo e della sua fidanzata Martina Rossi in relazione alla sparatoria in un locale notturno di Roma nella notte tra il 2 e il 3 febbraio.

I due uomini hanno confessato di aver erroneamente sparato all'atleta, che è rimasto paralizzato dalla vita in giù e di averlo confuso con qualcuno con cui avevano avuto una rissa.

L'avvocato che rappresenta Bortuzzo, attore civile in giudizio, ha dichiarato che il suo cliente dovrebbe ricevere 10 milioni di euro di risarcimento danni, asserendo che “Manuel ha già avuto una condanna dura, visto che il consulente medico ha detto che le sue gambe sono paralizzate".

E ha aggiunto che "ora aspettiamo una giusta sentenza del giudice”.