Rivolta al CPR di Torino. Salvini: "Solidarietà al poliziotto e a tutte le Forze dell’Ordine"


"Un ispettore della Polizia è Stato ferito nel CPR di Torino durante una rivolta con tanto di sassaiola: un marocchino con precedenti per resistenza e violenza a pubblico ufficiale gli ha rotto due falangi. Trenta giorni di prognosi".

Scrive così Matteo Salvini in un suo post social, facendo riferimento a quanto è accaduto la scorsa notte a Torino, presso il Cpr (Centro di permanenza per il rimpatrio), dove un poliziotto è stato ferito alla mano durante una rivolta.

Due marocchini e un tunisino di 24, 31 e 33 anni sono stati fermati e accusati di danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

"Solidarietà al poliziotto e a tutte le Forze dell’Ordine" scrive ancora Salvini e si dice "orgoglioso di aver inasprito le pene per chi attacca le donne e gli uomini in divisa e per aver fermato l’immigrazione clandestina". 

Conclude infine che "se il Pd vuole riportarci indietro e ha nostalgia del business dell’invasione, lo dica chiaramente agli italiani!".