Sicurezza. Conte: "Rivedremo la disciplina in materia"


Uno dei punti presenti nel programma presentato oggi dal premier Giuseppe Conte difronte alla Camera dei Deputati riguarda il tema della sicurezza, reputato come una dette priorità.

«Rivedremo la disciplina in materia di sicurezza, alla luce delle osservazioni critiche formulate dal Presidente della Repubblica» ha sottolineato Conte, chiarendo che ciò «significa recuperare, nella sostanza, la formulazione originaria del più recente decreto legge, prima che intervenissero le integrazioni che, in sede di conversione, ne hanno compromesso l'equilibrio complessivo».

A tal proposito, il premier ha aggiunto poi che: «L'epocale fenomeno migratorio va gestito con rigore e responsabilità, perseguendo una politica modulata su più livelli, basata su un approccio non più emergenziale, bensì strutturale, che affronti la questione nel suo complesso, anche attraverso la definizione di un'organica normativa che persegua la lotta al traffico illegale di persone, ma che si dimostri capace di affrontare più efficacemente i temi dell'integrazione, per coloro che hanno diritto a rimanere e dei rimpatri, per coloro che non lo hanno».

Per Conte, inoltre, «È necessario recuperare sobrietà e rigore, affinché i nostri cittadini possano vedere con rinnovata fiducia nelle istituzioni».