Meteo. Aumentano le vittime del maltempo al nord Italia

 (foto: ANSA)

Due persone sono morte e altre due sono scomparse dopo che un’ondata di violente tempeste ha causato inondazioni in molte zone del nord Italia.

Le condizioni meteorologiche estreme hanno causato ingenti danni e massicce perturbazioni del traffico ferroviario e stradale, con la chiusura di molte scuole, inducendo la Regione Piemonte a chiedere la dichiarazione dello stato di emergenza per la situazione in provincia di Alessandria.

“Farà piangere i nostri cuori quando contiamo tutti i danni e i sindaci e il settore privato non possono essere lasciati soli ad affrontarli”, ha detto il governatore piemontese Alberto Cirio.

“Lo Stato deve far sentire la sua presenza” ha aggiunto il presidente della regione.

Uno dei defunti era un tassista la cui auto è stata spazzata via dopo che un fiume è straripato nella zona di Serravalle.

L’altro morto era un pensionato di 81 anni, il cui cadavere è stato trovato dopo che la sua auto è scivolata dalla strada provinciale sotto una pioggia torrenziale a Strambino, vicino a Torino.

Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile, si è recato a nord per supervisionare la risposta all'emergenza.